Sconto in Fattura Miniascensore

Un miniascensore a metà prezzo?
Con Otis si può!

Tutte le agevolazioni fiscali per Gen2® Home

Lo Stato Italiano prevede diverse agevolazioni fiscali e contributi per l’eliminazione delle barriere architettoniche e per le ristrutturazioni.

Si consiglia di verificare con un consulente fiscale le condizioni ed i limiti di applicabilità delle singole agevolazioni, oltre a che non siano intervenute modifiche alle normative vigenti ed ai relativi limiti di detrazione fiscale individuale.

 

1. Detrazione dalle imposte in caso di ristrutturazione

l Testo Unico delle Imposte sui Redditi (D.P.R. n° 917 del 22 dicembre 1986), all’articolo 16 bis, introduce la “Detrazione delle spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici”, fissando il limite nella percentuale del 36% con tetto massimo di 48.000,00 € all’entità di tale detrazione.

Il D.L. n° 63 del 4 giugno 2013 ha stabilito l’innalzamento di tali valori al 50% con tetto massimo di 96.000 € per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 fino a tutto il 2013. Tale decreto è stato prorogato di anno in anno; l’ultima volta dalla Legge di Bilancio n° 160 del 27 dicembre 2019 fino a tutto il 2020.

Vi sono due modalità con le quali usufruire di questa detrazione: lo sconto immediato in fattura o la detrazione dalle imposte in 10 anni. Questa scelta determina l’entità dell’aliquota IVA (vedi successivo punto 2), così come l’applicabilità o meno del contributo a fondo perduto per disabili secondo legge 13/89 (successivo punto 3) e la detrazione IRPEF del 19%, sempre per persone disabili (successivo punto 4).

Per maggiori dettagli, consulta la  guida allegata

Sconto del 50% in fattura

I nostri clienti privati  e condomini residenziali hanno la possibilità di cedere a Otis il loro credito di imposta chiedendo subito lo sconto in fattura, con un tetto massimo di 48.000 € (metà del tetto massimo di spesa stabilito dalla suddetta Legge di Bilancio) per unità immobiliare, o comunque nella misura consentita dalla normativa fiscale vigente.

Possibilità di finanziare il restante 50%

Con il supporto di un primario istituto bancario è possibile concordare un piano di pagamenti dilazionati con comode rate mensili di pari importo e con durata variabile.

 

Contatta Otis per informazioni sullo Sconto in Fattura e altri sgravi

Come funziona e chi può accedere allo sconto in fattura

Con l’entrata in vigore del Decreto Rilancio (D.L. n. 34 del 19 maggio 2020, convertito con modificazione dalla Legge n° 77 del 17 luglio 2020), a fronte di spese sostenute per lavori di riqualificazione del tuo edificio, potrai cedere a Otis il credito di imposta della detrazione IRPEF spettante, richiedendo lo sconto diretto in fattura del 50%.

Lo Sconto in Fattura, applicabile solo ai privati ed ai condomini residenziali in regime di codice fiscale,  si applica al 50% o comunque nella misura massima consentita dalla normativa fiscale vigente alla data del perfezionamento della cessione del credito erariale.

Utenti Privati e Condomini residenziali

Sostituzione di un ascensore esistente

Installazione di nuovo ascensore in edificio esistente che ne è privo

Fino al 50% del valore della fattura

Per il restante 50% si concorda la formula più vantaggiosa per te

2. IVA agevolata

L’aliquota IVA agevolata è prevista per tutti gli acquirenti di Gen2® Home per installazione in un edificio esistente.

Qualora si scelga di usufruire dell’agevolazione fiscale per ristrutturazione del 50%  mediante lo sconto diretto in fattura, l’aliquota IVA è quella prevista per le opere di manutenzione straordinaria, quindi pari al 10%.

Se invece si preferisce usufruirne come detrazione dalle imposte in 10 anni, l’aliquota IVA è ulteriormente agevolata al valore del 4%, come stabilito dal DPR 633 del 26 ottobre 1972 – Tabella A, parte II, voce 31.

Per maggiori dettagli, consulta la  guida allegata

3. Contributo a fondo perduto previsto per i disabili dalla Legge 13/1989

Poiché l’installazione di un impianto elevatore è un’opera che consente il superamento delle barriere architettoniche, ad esso si applica quanto indicato nella Legge 13/89 all’articolo 9. Per queste opere, lo Stato Italiano prevede un contributo a fondo perduto cui hanno diritto i portatori di disabilità.

Può accedere al contributo il soggetto diversamente abile qualora provveda a proprie spese alla realizzazione delle opere direttamente finalizzate al superamento ed eliminazione delle barriere architettoniche, ma anche un altro soggetto, per esempio il condominio, che sostiene le suddette spese, che deve, in tal caso, sottoscrivere la domanda unitamente al disabile.

Questo contributo è applicabile agli edifici esistenti alla data dell’ 11 agosto 1989 e qualora si sia scelto di non usufruire dello sconto in fattura del 50%.

Per maggiori dettagli, consulta la  guida allegata

4. Detrazione IRPEF del 19% per i disabili

Nell’articolo 15 della legge n° 917 del 22 dicembre 1986, viene stabilito che per l’installazione di un impianto che consenta l’abbattimento delle barriere architettoniche, per i soggetti portatori di handicap è prevista una detrazione IRPEF del 19%.

Tale detrazione è applicabile qualora si sia scelto di non usufruire dello sconto in fattura del 50% e non è cumulabile con la detrazione per le ristrutturazioni (punto 1) ed è pertanto da applicarsi all’eccedenza della spesa per cui sia già stata fatta richiesta di tale detrazione.

Per maggiori dettagli, consulta la  guida allegata

Scopri tutte le Personalizzazioni

Gen2® Home offre davvero un’ampia gamma di materiali, finiture e accessori. Vi sono 32 varianti di pannelli di cabina, 15 diversi pavimenti, 26 possibilità per le porte di piano a battente e 11 per quelle automatiche. E’ quindi semplice trovare un abbinamento che si sposi col contesto architettonico esistente.

Scopri il Mondo Otis

Caratterizzata da una lunga storia di innovazioni, Otis inventò l’ascensore sicuro nel 1852. Oggi Otis è la più grande azienda del mondo nel campo della produzione, installazione e manutenzione di ascensori, scale e tappeti mobili. I nostri impianti sono installati negli edifici più caratteristici del mondo, nei più affollati aeroporti e stazioni.

Con un parco di oltre 2 milioni di ascensori e scale mobili in manutenzione nel mondo, trasportiamo ogni giorno circa 2 miliardi di persone. 

Con sede a Farmington (USA), Otis può contare su 68.000 dipendenti, tra cui 40.000 tecnici professionisti in oltre 200 paesi nel mondo.

2 Milioni di Ascensori installati

40.000 Tecnici

Presenti in 200 Paesi al Mondo

2 Miliardi di persone al Giorno